Navigare Facile

Piccoli Animali Selvatici

I Piccoli Animali Selvatici

Ci sono poi dei piccoli animali che di farsi rinchiudere tra le mura di una casa, poi, non ne voglio proprio sapere. Sono agili, veloci, amano correre e, soprattutto, hanno bisogno di libertà, di grandi luoghi aperti in cui dare sfogo al loro spirito libero ed alla loro natura.
Probabilmente, sono proprio i piccoli animali selvatici quelli di cui notiamo meno la presenza; infatti, se andando in giro per monti, boschi o, semplicemente, passando in campagna con la macchina notiamo facilmente alcuni grossi animali come cervi o cinghiali, più difficile è avvistare un animaletto come lo scoiattolo o il riccio.

Di alcuni animali selvatici, udiamo solamente il verso: cinguettii o strani versi nella stagione degli amori; eppure, il fatto che non amino farsi vedere e che siano parecchio più silenziosi degli altri animali non significa che non ci siano. Anzi, ci sono eccome: popolano ogni angolo del nostro pianeta, ogni anfratto o buca della terra o del mare ed anche gli immensi spazi del cielo, solo che, solitamente, sono moto paurosi e timidi e la vicinanza dell'uomo li mette in allarme provocando, spesso e volentieri, un fuggi fuggi generale.

L'animale selvatico che forse rappresenta meglio questa sua categoria è, con ogni probabilità, la lepre: animale diffusissimo in Italia eppure abbastanza raro da vedere. La lepre, simile al coniglio per l'aspetto ma con arti ed orecchie molti più lunghe e sottili, è silenziosissima, non la sentiremo mai fare strani versi neppure nella stagione degli amori, e, cosa curiosa, è praticamente impossibile da allevare in cattività, infatti, chi ha provato ad addomesticarne una può testimoniare che, dopo poco tempo, questo fragilissimo animale, finisce col morire.
Ovviamente, quello della lepre è solo un esempio poiché esistono altri miliardi di piccoli animali selvatici che vivono e proliferano proprio accanto a noi senza che quasi ce ne accorgiamo.
La presenza più evidente è, di certo, quella degli uccelli, dai conosciutissimi piccioni agli splendidi pappagalli dell'Australia, questi animali non passano di certo inosservati e, talvolta, possono essere anche addomesticati con facilità per trasformarsi in vivaci compagni di vita di noi uomini. Basta alzare gli occhi al cielo che subito possiamo notarli con estrema chiarezza mentre se ne stanno appollaiati o volano in giro con chi sa quale meta; oppure, se tendiamo un attimo l'orecchio, possiamo sentire il loro richiamo vibrare nell'aria come squillante note di flauto.
Meno evidente è la presenza degli amici selvatici a quattro zampe che, malgrado ce la mettano proprio tutta per non farsi notare, spesso finiscono con l'essere sorpresi dall'occhio umano, magari mentre rosicchiano il loro pranzo o mentre saltellano da un ramo all'altro correndo ed incespicando a più non posso; oppure, come nel caso del riccio e dell'istrice, mentre trotterellano pian pianino tra le foglie del sottobosco.
Tra i piccoli quattro zampe selvatici poi ci sono delle eccezioni: alcuni, infatti, non riescono proprio a resistere alla curiosità. Questo è proprio il caso dei procioni che si aggirano tra le cittadine dell'America a caccia di cibo, combinando non pochi guai, e, talvolta, curiosando attorno alle case. Non è fatto raro che questi buffissimi animali finiscano con l'infilarsi nelle cucce dei cani domestici o nelle cantine degli ignari padroni di casa; può addirittura capitare che si introducano furtivi dentro casa attraverso lo sportellino del cane o dalle finestre per poi gironzolare indisturbati ed incuriositi tra le varie stanze.
Un discorso a parte, poi, andrebbe fatto per i piccoli animali così insoliti, e talvolta anche odiosi, come i serpenti, le vipere, gli insetti (già, anche questi sono piccoli animali selvatici che nessuno, appassionati a parte) si sognerebbe mai di addomesticare) oppure i tantissimi animali acquatici come pesci, salamandre ecc...
Per tutti però, possiamo dire una cosa: è davvero un piacere vederli, sapere che ci sono e che stanno bene proprio qui accanto a noi.